Giuliana Garzone

Qualifica: Professore ordinario

E-mail: giuliana.garzone@unimi.it


Università degli Studi di Milano


Curriculum

Professore Ordinario di Lingua e Traduzione Inglese all’Università degli Studi di Milano. In passato è stata Professore Associato di Traduzione Inglese e successivamente di Lingua Inglese presso l'Università degli Studi di Bologna (SSLMIT, Forlì).

Ha coordinato diversi progetti a livello locale e nazionale, tra cui i progetti specifici dell’unità di ricerca dell’università di Milano nell’ambito dei Programmi di Ricerca Scientifica di Rilevante Interesse Nazionale "Interculturalità e discorso nell'inglese settoriale " (2002-2004), “Identità e cultura nei linguaggi settoriali inglesi" (2005-2007) e "Tensioni e variazioni nei generi settoriali inglesi" (2007-2009), coordinati a livello nazionale da Maurizio Gotti. È responsabile dell’unità locale di Milano del progetto PRIN “Knowledge dissemination across media in English: continuity and change in discourse strategies, ideologies and epistemplogies (2017-2019). Nel novembre 2014 ha ottenuto dall’ateneo un "Transition Grant - Linea A1_B_Progetto Italia per l'Europa”.

Ha partecipato inoltre al progetto internazionale “International Commercial Arbitration Practices: A Discourse Analytical Study”, finanziato dal Hong Kong Research Grants Council (Competitive Earmarked Research Grant, progetto nr. 9041191), coordinato da Vijay K. Bhatia, City University of Hong Kong (2006-2010). Dirige la rivista LCM ( Lingue Culture Mediazioni / Languages Cultures Mediation) e l’omonima collana presso LED Edizioni, ed inoltre (con altri) la collana "Lingua, traduzione, didattica" presso FrancoAngeli. Figura dell’Advisory Board della rivista internazionale Text & Talk (Gruyter). Collabora come peer reviewer con alcune dell più prestigiose riviste internazionali nell’ambito della linguistica e della pragmatica ( Journal of Pragmatics, Texts & Talk, Journal of Multicultural Discourses, Interpreting, Journal of Applied Linguistics and Professional Practice ).

Presso l’Università di Milano è membro del Presidio di Qualità e del Comitato per la Costituzione del Centro Linguistico di Ateneo.

È coordinatore del Dottorato di Ricerca in Studi Linguistici, Letterari e Interculturali nella prospettiva europea ed extra-europea dell’Università degli Studi di Milano.

La sua attività di ricerca è incentrata sullo studio degli aspetti testuali e pragmatici delle lingue speciali. L'approccio metodologico è basato sulla pragmatica e sulla Discourse Analysis, che ha applicato nelle sue diverse varianti in considerazione dell’oggetto e scopo dell’indagine ( critical discourse analysis, genre analysis, multimodal analysis), supportando l’analisi con l’uso della linguistica dei corpora. In tempi recenti ha approfondito gli aspetti polifonici e dialogici del discorso specialistico e le implicazioni dell’avvento delle nuove tecnologie per l’analisi del discorso.

Ha al suo attivo oltre cento pubblicazioni, soprattutto sul discorso giuridico, economico-aziendale, scientifico e sul discorso dei media (tradizionali e nuovi media).

In quest’ambito si è dedicata alla multi modalità e all’analisi dei generi testuali nell’ambiente mediato dal web (“Genres, multimodality and the World-Wide Web: Theoretical Issues”, 2007), un tema che ha approfondito anche in altri tipi di comunicazione, ad es. nella comunicazione politica (cf. “Public Diplomacy, Multimodality and The World-Wide Web”, with C. Degano) e in quella giuridica (“The Legal Blog (Blawg): Generic Integrity and Variation”, 2015; “Investigating Blawgs through Corpus Linguistics: Issues of Generic Integrity”, 2014), anche sui Social Networking Sites (“Social media in corporate communication: focus on text and discourse.” “, 2015; “Professional Groups on Social Networking Sites: The Case of Arbitration Professionals”, 2016).

È anche stata (co-)curatore di diversi volumi collettanei (tra gli altri, Discourse, Ideology and Specialized Communication, con S. Sarangi, 2007; Discourse and Identities in Institutional, Professional and Academic Communication , con J. Archibald, 2010; Genres and Genre Theory in Transition. Specialized Discourses across Media and Modes, con Cornelia Ilie, 2014; ( Language for Specific Purposes : Research and Translation across Cultures and Media, con D. Heaney e G. Riboni, 2016; Parole per mangiare. Discorsi e culture del cibo, con I. Bajini, M.V. Calvi, G. Sergio, 2017).

I suoi interessi di ricerca comprendono anche le scienze della traduzione e dell’interpretazione, a cui ha contribuito con varie pubblicazioni (ad es. Interpreting in the 21st Century, con M. Viezzi, 2002; "Professional discourses in contact: Interpreters in the legal and medical setting", 2011), ed un recente volume ( Le traduzioni come fuzzy set. Prospettive teoriche e applicative, 2015).